Resurrezione radiofonica: a volte ritornano… i vip

Potremmo chiamarli col nome scelto da gruppi e associazioni appassionate: “Quelli della radio”. Perché la radio ragiona al plurale e da soli non si va da nessuna parte. È ciò che devono aver pensato alcuni vip; quelli della radio sono loro: very important person affascinate dal mezzo di comunicazione più antico, person alla ricerca di un nuovo trampolino per rilanciare la carriera artistica oppure soltanto bisognose di un posto di lavoro. Purché ci sia di mezzo lo spettacolo, sempre.

legge italiana-consulenza radiofonica-legge web radio-web radio-emittente radiofonica-emittente online-emittente web

Come la legge italiana (non) riconosce le web radio

Dopo aver delineato una panoramica sulla nascita delle web radio, al fine di capirne l’evoluzione, è bene porsi un’altra domanda: come sono riconosciute le web radio dalla legge italiana? È un concetto nevralgico, poiché una denominazione legislativa di qualsiasi tipo determina regolamentazioni atte a non violare una serie di regole. Tuttavia, dipende da come un qualcosa viene definito dalla legge stessa, e ciò vale anche per le emittenti web.

A scuola di radio

Un binomio – quasi – perfetto che da tempo colloca l’effemme nel mondo dell’istruzione. Un’operazione non semplice, certo, istruire ogni studente alla potenzialità del mezzo in questione, comunque efficace per coloro che già si sono messi dalla parte della passione per la comunicazione. Ma quando si parla di questo rapporto, a quale livello ci si…

Un decennio di radio: come si cambia

Dialogo, tolleranza, pace e… rinnovamento La musica l’ha omaggiata, il cinema l’ha celebrata, il popolo l’ha ascoltata: è la radio, l’unico mezzo di comunicazione capace di trasmettere dialogo, tolleranza e pace. “Dialogo, tolleranza e pace” è stato anche il tema del World Radio Day 2019, la Giornata Mondiale della Radio istituita dall’UNESCO e celebrata il…